Anche Amazon vuole la guida autonoma e investe in una startup

Amazon ha investito in Aurora Innovation, startup californiana (basata a Palo Alto) che si occupa di sviluppare piattaforme per la guida autonoma (e che, secondo il Wall Street Journal, ha al momento 10 vetture che circolano sulle strade della California in fase di test). La società ha raccolto più di 530 milioni di dollari (con una valutazione schizzata a 2 miliardi di dollari): a guidare l’operazione il fondo Sequoia (Carl Eschenbach, partner del fondo, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di Aurora). Hanno partecipato all’aumento di capitale anche Lightspeed Venture Partners, Geodesic, Shell Ventures e Reinvent Capital, e i precedenti investitori, Greylock e Index Ventures.

I founder

La compagnia è stata fondata da Chris Urmson , ex dirigente di Google, da Sterling Anderson, ex dirigente di Tesla e specializzato in guida autonoma e da Drew Bagnell, ex dirigente di Uber. Dall’anno della sua fondazione, il 2016, ha raccolto 620 milioni di dollari in finanziamenti.

credits medium.com/aurora-blog

Con questo nuovo investimento, accelereremo lo sviluppo di Aurora Driver e rafforzeremo il nostro team e l’ecosistema. Gli investimenti e i partner strategici che portiamo a bordo oggi ci aiuteranno a costruire un’azienda duratura

Aurora Driver

Aurora è impegnata nello sviluppo di un sistema driverless, che Amazon potrebbe sfruttare per i suoi veicoli di trasporto o per un futuro servizio di corrieri automatizzati con l’obiettivo di rendere le consegne ancora più rapide. Il sistema si chiama Aurora Driver, un kit composto da hardware, software e servizi che possono essere integrati all’interno di un’auto.

 

Source: http://www.ninjamarketing.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pensa ai diversi bisogni del Suo marchio?

Contattaci e saremo più che felici di offrirle più informazioni e soluzioni.