Che cos’è la Distributed Ledger Technology, a cosa serve e quali saranno le sue applicazioni

  • La confusione tra DLT (Distributed Ledger Technology) e la blockchain, è sempre più frequente
  • La DLT può ridurre i costi in più aree, aumentare trasparenza e sicurezza grazie ad un meccanismo di sicurezza avanzato
  • Secondo un recente scondaggio il 53% delle aziende afferma che la tecnologia blockchain è diventata una priorità fondamentale per le organizzazioni

___

Concetti come blockchain, cryptocurrenciy, distributed ledger, Bitcoin e molti altri, fanno ormai parte della nostra vita quotidiana. Tuttavia, dobbiamo essere cauti nel non confondere ciò che potrebbe sembrare simile ma e in realtà diverso.

La Distributed Ledger Technology (DLT) e la blockchain sono registri di informazioni digitalizzati e decentralizzati, ma differenziati da un insieme non condiviso di funzionalità specifiche.

Le blockchain sono DLT, ma non tutte le DLT sono blockchain.

Si può pensare a questi due concetti come alle automobili ed un brand o tipologia di auto specifica: la categoria “automobile” rappresenta la DLT, mentre la blockchain rappresentata da un brand o categoria specifica (es. berline), lasciando spazio ad altre tipologie.

Nel caso della DLT, l’amministratore ha un maggiore controllo sull’implementazione effettiva, dettandone struttura, scopo e funzionamento della rete. Questo è un primo passo verso la blockchain, senza necessariamente costruire una catena di blocchi. Questo “libro mastro” sarà semplicemente archiviato su diversi server, che poi comunicheranno per garantire che sia conservato il registro più accurato e aggiornato delle transazioni.

La blockchain è una forma di DLT ma con un’applicazione tecnologica molto specifica, creando un libro mastro immutabile di record gestito da una rete decentralizzata, dove tutti i record sono approvati per consenso. Qui tecnologia, struttura, organizzazione e sviluppo sono decentralizzati, mentre nelle DLT la tecnologia è decentralizzata, ma la sua organizzazione potrebbe non esserlo.

Questa tecnologia può ridurre i costi in più aree, aumentare trasparenza e sicurezza grazie ad un meccanismo di sicurezza avanzato. Ci sono sfide tecniche ancora da risolvere, ma come ogni innovazione i gap incoraggeranno chi la adotta e gli innovatori a trovare soluzioni per  sfruttare le capacità esistenti e trovarne di nuove.

LEGGI ANCHE: Blockchain Economic Forum 2019

DLT: dove siamo arrivati e quali sono le prospettive

Secondo un sondaggio di Deloitte, l’adozione di queste tecnologie sta raggiungendo una svolta, dall’esplorazione alle applicazioni aziendali.

I servizi finanziari stanno cavalcando l’onda, mentre altri settori cercano e testano casi d’uso per fornire una giustificazione commerciale ai costi e allo sforzo di implementare queste nuove soluzioni basate sulla blockchain.

Lo stesso sondaggio rivela percentuali in netta crescita, con aziende disposte ad investire più di 5 milioni di dollari in nuove iniziative blockchain nei prossimi 12 mesi, mantenendosi al 40% in linea con il 2018.

Allo stesso tempo, il 53% degli intervistati afferma che la tecnologia blockchain è diventata una priorità fondamentale per le loro organizzazioni. L’83% vede casi d’uso convincenti, rispetto al 74% dell’anno precedente. In generale, leggendo il report, si evince che l’atteggiamento generale degli intervistati nei confronti della blockchain si è notevolmente rafforzato.

Il mercato in via di maturazione sta iniziando a porre le domande giuste e le nuove industrie stanno adottando la tecnologia. Ciò implica l’evolversi dalle soluzioni focalizzate sulla blockchain, che si muovono verso le DLT, non solo come sistema di database decentralizzato, ma come record distribuito di dati.

È questa la chiave fondamentale che guiderà i trend che segneranno il prossimo futuro. Considerando che i cicli economici variano in genere dai tre ai cinque anni, possiamo identificare sei tendenze principali in attesa del 2025, quando, secondo Androit Market Reasearch, la dimensione globale del mercato blockchain e DLT sarà stimata a 32,76 miliardi di USD.

sondaggio investimenti blockchain 2019-202sondaggio investimenti blockchain 2019-202

1. Normative

Qualsiasi nuova tecnologia attira venditori senza scrupoli e opportunità commerciali nebbiose. Gli ultimi anni hanno visto i regolatori farsi avanti, affrontando sempre di più tutte le diverse applicazioni delle soluzioni correlate a DLT , ponendo domande e trovando nuove soluzioni per regolare uno spazio che fino ad ora non esisteva. Questo significa che “soluzioni miracolose” e schemi di arricchimento rapido basati sulla blockchain dovrebbero essere molto meno visibili nei prossimi anni.

Questo genererà sicuramente dei rallentamenti e porrà dei paletti, ma allo stesso tempo ci sarà un processo di selezione naturale per il quale solo i progetti che veramente aggiungono valore e rispettano lo schema normativo sopravviveranno.

2. Governo e Identità Digitale

Insieme ai regolatori, gli altri attori principali sono i governi, i quali, anche se stanno lottando per regolare le criptovalute e gli ICO, sono assolutamente convinti che la blockchain sia la soluzione alla maggior parte dei loro problemi.

La gestione dei servizi pubblici, la riduzione dei processi cartacei e delle frodi, nonché l’aumento della responsabilità e comunicazione tra  autorità e cittadini sono le variabili che porteranno al risultato più ambito: riconquistare la fiducia della popolazione.

Allo stesso tempo, alle persone stesse verrà richiesto uno sforzo per consentire alle istituzioni di sviluppare tali sistemi, fornendo i propri dati, favorendo la creazione di profili di identità digitali che saranno versioni immutabili e indelebili di noi e delle nostre azioni. Il punto d’incontro sarà, ad esempio, il processo elettorale, che richiederà l’autenticazione degli elettori tramite la loro identità digitale, una registrazione sicura per tenere traccia dei voti e conteggi che legittimino processo e vincitore.

Tutti questi dati genereranno una pista di verificabile, assicurando che nessun voto venga modificato o rimosso, e che non vengano aggiunti voti illegittimi.

3. Healthcare

Rappresenta l’opportunità maggiore per la DLT. Come per l’applicazione a livello governativo, l’identità digitalizzata, ma soprattutto il catalogo di dati allegato diventeranno una parte essenziale della gestione del consenso e dei trattamenti in ambito sanitario.

I dati passeranno dai fornitori locali alla DLT, memorizzando il consenso del paziente per lo scambio di dati, preferenze e trattamento della privacy, in modo che tutte le parti interessate possano accedere alle informazioni, riducendo gli oneri amministrativi e migliorando l’esperienza di cura del paziente.

I token possono digitalizzare e rappresentare qualsiasi cosa e faciliteranno la gestione dei risultati o degli esiti nell’assistenza sanitaria: potrebbe esserci un mercato per i pazienti trattati con successo per una malattia, dove le aziende e centri di ricerca potrebbero pagare per dati legati agli esiti di trattamenti ed analisi, i quali rimangono documentati nella blockchain.

Le persone che desiderano fornire dati, ossia i pazienti, potrebbero partecipare a questo mercato, condividendo tutti i guadagni ottenuti dai loro dati anonimi o percepire essi stessi un compenso per le informazioni che forniscono.

Inoltre, in un mondo di acquisti basati sul valore, l’offerta vedrà lo sviluppo di applicazioni per il benessere che forniscono incentivi per “fare la cosa giusta”, premiando il raggiungimento di obiettivi e risultati. Questo sarà alimentato da applicazioni IoT e blockchain.

Lo stesso mix favorirà le compagnie assicurative. Poiché i risultati dei trattamenti non sono sempre positivi, inevitabilmente si aprono casi di negligenza. Quando gli avvocati chiedono documenti medici storici, spesso dichiarano che i documenti sono falsi o sono stati alterati per rimuovere eventuali prove di errori medici; la DLT consentirà agli audit trail di confermare che i record non sono stati modificati garantendo l’integrità della cartella clinica in modo da ridurre l’onere per i fornitori, i dipartimenti IT ed i responsabili legali stessi.

LEGGI ANCHE: Medicina predittiva: ecco il futuro

blockchain, DLT e salute pubblicablockchain, DLT e salute pubblica

4. Imprese

Dal pubblico al privato, la blockchain crescerà ad un ritmo più rapido durante i prossimi cinque/sei anni, raggiungendo una dimensione di mercato di 11,79 miliardi di dollari nel 2025.

Ciò è guidato dall’adozione a livello aziendale che, per motivi di sicurezza, favorirà la soluzione e l’uso di Private Blockchain, sfruttando la Public Blockchain solo quando i dati devono essere condivisi con i consumatori e i clienti finali.

La verità è che, grazie alla flessibilità dell’approccio DLT, quasi tutti i settori e le aziende hanno oggi il potenziale per trovare la propria applicazione. La sfida chiave sarà, a prescindere, quella di fornire una giustificazione di business ai costi e agli sforzi di implementazione delle nuove soluzioni.

5. Supply Chain, energia e IoT

Tra i segmenti più interessanti, l’applicazione della DLT dovrebbe essere più veloce nella supply chain, crescendo ad un CAGR del 58.25% entro il 2025.

Poiché la blockchain consente di tracciare le transazioni in modo sicuro e trasparente, le aziende maggiormente coinvolte nella supply chain ne pianificano l’utilizzo per verificare, registrare e tracciare i prodotti in modo efficiente riducendo la dipendenza dagli intermediari.

Nel 2025 la blockchain applicata alla supply chain sarà ampiamente sviluppata. Secondo lo studio di Capgemini, si prevede che l’investimento in DLT crescerà del 30% nei prossimi tre anni. I driver sono il risparmio di costi, riduzione del rischio, aumento dei ricavi e tracciabilità. Applicazioni chiave sono state trovate nei campi dell’energia ed IOT.

La capacità di scambiare energia che si genera dai pannelli solari della propria casa, nel vicinato o a livello globale, ricevendo pagamenti in tempo reale.

La produzione potrebbe essere regolata sfruttando i dati transazionali e raccolti dai dispositivi nell’IoT: con il numero di dispositivi connessi previsto raggiungere i 1.5 miliardi entro il 2022, si scambieranno enormi quantità di comunicazioni e dati da macchina a macchina, ad una velocità troppo elevata per gli esseri umani. Qui le blockchain verranno sempre più utilizzate per registrare e monitorare queste transazioni e dedurne previsioni.

LEGGI ANCHE: SIBOS 2019: le ultime sul FinTech

flusso blockchain e supply chain: esempio stazione ricarica energia elettricaflusso blockchain e supply chain: esempio stazione ricarica energia elettrica

6. Fintech

Infine, il Fintech continuerà a cavalcare l’onda, spostandosi da aree già disrupted come sales/trading e retail, a settori che storicamente lo sono meno, come Capital Markets e Crowdfunding.

Inoltre, emergeranno sempre più criptovalute e token, favorendo una convergenza verso gli scambi di criptovalute che continuerà a crescere in numero.

Oltre a questo, altre aree come KYC, conformità e contabilità vedranno importanti benefici dall’applicazione di tale soluzione.

Infine, l’inclusione finanziaria sarà al centro dell’attenzione come la prossima grande sfida che può essere affrontata dall’applicazione di identità digitali e blockchain.

In conclusione, è chiaro che, indipendentemente dall’applicazione, il futuro della DLT è legato al futuro dei dati: big data e data science. Tutte le applicazioni blockchain produrranno enormi quantità di informazioni, aprendo a molte nuove opportunità commerciali per le aziende che operano nell’analisi predittiva.

I dati in tempo reale vengono archiviati e resi disponibili utilizzando blockchain, e questi possono essere utilizzati dagli analisti per prevedere le tendenze future.

Source: http://www.ninjamarketing.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pensa ai diversi bisogni del Suo marchio?

Contattaci e saremo più che felici di offrirle più informazioni e soluzioni.