Il Cybertruck di Tesla è diventato un fenomeno social (su cui ha detto la sua anche LEGO)

  • LEGO è stato solo uno dei brand ad aver ironizzato sulla nuova creazione di Elon Musk
  • La “memification” che si è creata attorno all’evento ha avuto un enorme impatto sociale: non tutti i contenuti tuttavia erano un segno d’apprezzamento
  • Elon Musk vuole arrivare a produrre 500.000 veicoli all’anno, i pre-order per ora sono più di 250.000

Il Cybertruck di Tesla è una delle cose di cui si è più parlato in queste ultime battute di 2019. Uno schiaffo all’auto tradizionale, lanciato da Elon Musk durante il Los Angeles Auto Show, mediante il quale il multimiliardario ha voluto distinguersi ancora una volta. E l’ha fatto anche dalla presentazione: basti pensare che l’auto è stata presentata nella sede della sua Space X e non tra i padiglioni del Convention Center.

Il pick-up made in Tesla è un vero e proprio veicolo di rottura. Non si deve pensare solo alla capacità del suo design di rompere la concezione ordinaria di automobile o di mezzo di trasporto (è molto diversa anche dalle altre vetture della casa automobilistica californiana, caratterizzate da curve armoniche e sinuose), ma anche per il fenomeno che ha generato sul web.

Probabilmente alimentato dal flop (è stato davvero questo? Non ne siamo convinti!) dei finestrini non proprio infrangibili testati durante la presentazione, nei giorni a cavallo tra novembre e dicembre il Cybertruck era diventato il topic preferito di moltissimi utenti in giro per il mondo. Tutto ciò ha generato una vera e propria “social storm” che non solo ci ha fatto divertire con immagini e meme esilaranti, ma ha anche messo in moto alcuni brand che hanno approfittato della situazione per dire la loro sul tema. Uno tra tutti? LEGO.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

The evolution of the truck is here. Guaranteed shatterproof 😬

Un post condiviso da LEGO (@lego) in data: 27 Nov 2019 alle ore 3:00 PST

LEGGI ANCHE: Un flop? In 146 mila hanno ordinato il Cybertruck di Tesla (dice Elon Musk)

L’ondata di meme

Come ha reagito LEGO al clamoroso lancio della nuova vettura di Tesla? Con la foto qui sopra, pubblicata su Facebook, Twitter e Instagram.

In poche parole, un’auto fatta di un singolo mattoncino di plastica grigio. Il brand ha voluto giocare con il design molto spigoloso del pick-up di Elon Musk, prendendolo un po’ in giro e sottolineando le sue rigide linee. A coronare il tutto è stata la caption: “The evolution of the truck is here. Guaranteed shatterproof“, ovvero “L’evoluzione dei truck è qui. Infrangibilità garantita”, quasi a prendersi gioco di quanto successo durante la presentazione della nuova creazione di Tesla. Ma non ci sentiamo di dar torto al brand danese: i loro mattoncini sono davvero indistruttibili, e l’abbiamo provato sulla nostra pelle tutte le volte che siamo passati sopra a un classico mattoncino colorato in casa a piedi scalzi.

Elon Musk stesso, comunque, ha ironizzato su Twitter dopo la presentazione, dichiarando quanto segue.

LEGGI ANCHE: I vetri rotti del Cybertruck di Tesla spiegati da Elon Musk in persona

Sempre su Twitter, poi, ha chiarito le motivazioni che hanno portato alla rottura del vetro. Franz von Holzhausen, designer della vettura, prima di lanciare una sfera metallica contro il finestrino del Cybertruck ne aveva testato la robustezza della parte metallica colpendo il fianco della macchina con una pesante mazza. La portiera non ha battuto ciglio, ma sembra che questo impatto abbia danneggiato la base del vetro, rendendolo più soggetto agli attacchi esterni.

È stato proprio questo “fail”, però, a far parlare ancora di più dell’evento e della nuova Tesla, per cui Elon Musk ha tenuto a specificare che non ha investito nulla in pubblicità. A far parlare di tutto ciò ci hanno pensato milioni di utenti e brand sui social media, che non si sono risparmiati nel commentare il nuovo pick-up elettrico, in uscita nel 2021. Non solo in LEGO, infatti, si sono dati da fare.

Ecco quindi che, ad esempio, l’azienda di riparazione cristalli e vetri auto Safelite ha sfruttato il trend di Elon Musk per fare dei tweet spiritosi sulla sostituzione dei vetri rotti durante la presentazione.

Un altro esempio spiritoso viene da Eastwood Company, azienda che opera nel campo della personalizzazione e restaurazione di automobili. Il contenuto da loro prodotto ironizza su come molte volte ci si immagina un auto da realizzare, ma quando si arriva al risultato finale non si avvicina per nulla a quello che si era pensato. Per farlo, hanno creato un meme che mette a confronto un rendering del pick-up che si era diffuso la scorsa primavera con un’immagine che rappresenta effettivamente il Cybertruck presentato lo scorso 21 novembre.

Visualizza questo post su Instagram

Every time 🤦�♂�

Un post condiviso da Eastwood Company (@eastwoodco) in data: 22 Nov 2019 alle ore 12:51 PST

Molti meme sono comparsi su Reddit. Il seguente, ad esempio, è stato pubblicato da u/indianacrichton, che ironizza sul Cybertruck chiamando in causa Tomb Raider.

Cybertruck Tesla Meme - Tomb RaiderCybertruck Tesla Meme - Tomb Raider

L’iniziativa di LEGO, comunque, non è passata inosservata. Anzi, alcuni utenti già desiderano un vero e proprio Cybertruck da costruire con i classici mattoncini colorati. Dev’essere quello che è venuto in mente a @BrickinNick quando ha creato il rendering del pick-up di Tesla fatto di LEGO su Lego Ideas, la piattaforma del brand danese dove le persone possono condividere le proprie idee di prodotti che potrebbero poi in futuro diventare parte della collezione LEGO a tutti gli effetti.

Tiriamo le somme sul pick-up di Tesla

Ma dunque? Il bilancio di questo Tesla Cybertruck? Beh, l’azienda californiana dopo l’evento di lancio è crollata in borsa, facendo scendere il patrimonio di Elon Musk di centinaia di milioni di dollari. L’ondata di meme comparsa sui social, però, ha fatto bene al colosso californiano. L’impatto sociale è stato significativo, nonostante non tutti i contenuti avessero una connotazione positiva.

I pre-ordini del pick-up, infatti, hanno superato quota 250.000 dopo solo cinque giorni. L’obiettivo di Elon Musk è arrivare entro fine anno a mezzo milione. Una cifra non impossibile, visto che per prenotare il proprio Cybertruck si deve dare un acconto di soli 100$. Il prezzo, poi, partirà da meno di 40.000 dollari. Il prezzo è piuttosto basso per il mercato americano, abituato ai costi di altri pick-up concorrenti che superano facilmente i 50.000 o i 60.000 dollari.

E se il design o lo si ama o lo si odia, i dati che riguardano le prestazioni mettono tutti d’accordo. Come tutte le Tesla, anche il Cybertruck sarà spinto da motori elettrici: uno o due a seconda delle versioni. Le potenze non sono state dichiarate, ma Musk ha stupito indicando un accelerazione di 6,5 secondi sullo 0-100 km/h per il modello meno potente e ben 4â€�5 oppure 2â€�9 per le due bimotore. Si presume, quindi, visto il grande peso della vettura, che la potenza arriverà facilmente oltre i 600 cv.

Non sono stati solo gli utenti che hanno pre-ordinato il Cybertruck, però, a lanciare apprezzamenti. Alcuni corpi di polizia, ad esempio, adotteranno il pick-up di Tesla nel proprio corpo macchine. Il sindaco di Ciudad Valles, in Messico, ad esempio, ha dichiarato di aver prenotato ben 15 vetture. Si è aggiunto, quindi, alle dichiarazioni del corpo di polizia di Dubai, che ha comunicato di voler aggiungere il Cybertruck alla loro collezione di “supercar in divisa”.

Source: http://www.ninjamarketing.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pensa ai diversi bisogni del Suo marchio?

Contattaci e saremo più che felici di offrirle più informazioni e soluzioni.